Superare la demotivazione scolastica è possibile?


Superare la demotivazione scolastica è possibile?

Molti genitori si trovano spesso ad impattare contro un apparente stato di demotivazione allo studio dei figli nei confronti della scuola, quasi come se essa rappresentasse per loro una sorta di fardello da sopportare in modo incondizionato.

In questo senso, l'impegno nello studio sembra privo di quelle spinte motivazionali che dovrebbero essere, al contrario, il vero motore della curiosità ad apprendere.

Si tende a pensare che il processo di apprendimento sia una sorta di iter obbligato in cui il ragazzo debba porsi in una posizione ricettiva, riempiendosi come un grande serbatoio di nozioni quotidiane e di esercizi conseguenti, che possano gradualmente accumularsi per generare conoscenza.

In realtà la demotivazione allo studio, oltre che essere dettata da possibili sensi di impotenza derivanti da un confronto poco produttivo con standard genitoriali più o meno palesemente enunciati, nasce proprio dalla incapacità di porre lo studente in una posizione maggiormente proattiva rispetto a ciò che fa.

L'apprendimento è particolarmente utile quando risponde ad un esigenza personale di competenza e quando tale competenza va ben oltre il semplice accumulo di nozioni.

Apprendere significa infatti riuscire ad utilizzare in modo autonomo alcuni strumenti allo scopo di agire nella direzione di una conoscenza che non sia fine a se stessa, ma che sia dotata di uno scopo.

Molto spesso invece assistiamo a ragazzi impotenti davanti a montagne di compiti, che ai loro occhi non hanno una finalizzazione specifica, se non quella di appagare i desideri altrui.

Orientamento scolastico e Tutoring


La demotivazione alla scuola  non è quindi una malattia, ma è un segnale, che dovrebbe porre i genitori davanti alla necessità di indagare quali siano i presupposti migliori che possano incoraggiare un figlio a ritrovare curiosità per ciò che fa.

Per questo, ho sempre pensato che l'apprendimento non possa seguire canali rigidi standardizzati o protocolli di lavoro uguali per tutti, ma che la soggettività di ciascun ragazzo debba essere rispettata, fornendogli una possibilità di acquisire competenza utile in modo personale.


Per questo, ad esempio, ho sempre pensato che il laboratorio, inteso come momento di verifica pratica di un concetto, sia strumento essenziale per stimolare la motivazione personale.

Ai ragazzi non basta più conoscere e basta, bensì desiderano essere competenti, come accennavo poc'anzi.

Il principale incentivo esterno che può generare nuovi stimoli negli adolescenti a scuola è la disponibilità a creare occasioni di discussione critica, in cui la componente personale possa emergere attraverso la disponibilità degli adulti e degli insegnanti ad accogliere un punto di vista, in modo partecipativo.

I ragazzi e gli adolescenti, insomma, non hanno solo bisogno di accumulare informazioni (passaggio ovviamente utile per acquisire competenza) ma hanno necessità di sperimentare ciò che ascoltano.

Probabilmente ciò che distingue l'entusiasmo diverso con cui i ragazzi partecipano alle attività sportive rispetto alla scuola, nasce proprio dal fatto che nel primo caso oltre all'addestramento tecnico, viene posto in essere un meccanismo di apprendimento basato sulla prova e l'espressione personale di quanto recepito che rende più evidente la diversificazione della propria soggettività rispetto a quella degli altri, con cui è in atto costantemente un confronto sociale, appiattito dalla standardizzazione dei metodi di studio dei criteri di valutazione.

Allego un contributo che trovo molto chiaro, tratto da SlideShare che può essere utile a completare i miei concetti...



Dr Fabio Ciuffini
Psicologo a Prato, Altopascio e zone limitrofe (Lucca, Montecatini)
Consulenza Psicologica per adulti. Psicologia Sport e Lavoro
Albo Psicologi Regione Toscana n°4521
Tel. 320-0298136


Share

Nessun commento:

Posta un commento

 
Copyright © 2015 Dott.Fabio Ciuffini, Psicologo.Consulenza Psicologica. Mental Training per atleti in Toscana
Distributed By My Blogger Themes | Design By Herdiansyah Hamzah