Particelle di Psicologia: l'afflizione


Gli episodi nel corso della vita in cui una persona si sente afflitta, sono spesso riconducibili al fenomeno della perdita.
Quando parliamo di perdita, ci riferiamo sostanzialmente a due categorie principali di fenomeni: la perdita di qualcosa ( ad esempio la perdita del lavoro) o la perdita di qualcuno.

Ciò che caratterizza l'afflizione è sostanzialmente un penoso e doloroso stato emotivo, che accompagna il processo di adattamento successivo alla perdita.

Nel caso di afflizioni particolarmente profonde, la persona vive sensazioni di prostrazione, di tensione costante, di alienazione ed abulia, talvolta ostilità e sensi di colpa profondi, vivendo pertanto stati emozionali intensi

L'afflizione è dunque un processo che ha una causa scatenante e che conduce all'avvio di un graduale adattamento ed assimilazione alla nuova situazione di perdita, che può tuttavia acquisire carattere patologico, laddove la mancanza di una persona cara, inneschi un meccanismo per cui l'afflitto cerca di identificarsi con l' assente, assumendone abitudini e modi di manifestarsi agli altri.

Anche in questo caso la possibilità di elaborare la perdita diventa essenziale per incanalare l'afflizione in un processo di recupero progressivo in cui l'identificazione con la persona perduta si trasformi in una capacità di coltivare il significato profondo del ricordo. 


Dr Fabio Ciuffini
Psicologo a Prato, Altopascio e zone limitrofe (Lucca, Montecatini)
Consulenza Psicologica per adulti Psicologia Sport e Lavoro
Albo Psicologi Regione Toscana n°4521
Tel. 320-0298136
Share

Nessun commento:

Posta un commento

 
Copyright © 2015 Dott.Fabio Ciuffini, Psicologo.Consulenza Psicologica. Mental Training per atleti in Toscana
Distributed By My Blogger Themes | Design By Herdiansyah Hamzah