PARTICELLE DI PSICOLOGIA: LA DISUBBIDIENZA

Una nuova particella di psicologia. Parliamo oggi di Disubbidienza

La Disubbidienza può essere definita come un comportamento piuttosto frequente nel bambino che rifiuta di sottostare agli ordini impartiti da un'autorità, rappresentata da genitori o dagli insegnanti.

La disubbidienza, che è anche una forma di affermazione della propria individualità , è considerata dalla psicoanalisi come un tratto caratteristico della fase anale dello sviluppo libidico (2-3 anni) in cui il bambino compie un'importante differenziazione dalla madre verso la propria autonomia attraverso un progressivo controllo delle funzioni corporali (Galimberti, Psicologia, Garzanti Ed.)


Le definizioni comuni sulla disubbidienza tengono conto dell'aspetto relativo all'insubordinazione e alla reazione ad ordini o a situazioni imposte ma non sottolineano mai l'aspetto psicologico relativo alla ricerca di autonomia che ne costituisce in realtà naturale essenza da un punto di vista psicologico.
Anche la sua connotazione sociale ovvero la "Disubbiedienza Civile" fa chiaro riferimento ad una decisione collettiva di rifiutare una legge considerata ingiusta che, di fatto, veicola una chiara volontà di "distacco" pubblico rispetto ad una scelta istituzionale.

Dr Fabio Ciuffini, Psicologo a Prato, Altopascio e zone limitrofe (Lucca, Montecatini).
Consulenza Psicologica per adulti. Psicologia Sport e Lavoro
Albo Psicologi Regione Toscana n°4521
Tel. 320-0298136
P.IVA 02271580975
Polizza n. 47854832, Allianz SpA.

PRECEDENTI PARTICELLE DI PSICOLOGIA

PARTICELLE DI PSICOLOGIA: LA GELOSIA






Share

Nessun commento:

Posta un commento

 
Copyright © 2015 Dott.Fabio Ciuffini, Psicologo.Consulenza Psicologica. Mental Training per atleti in Toscana
Distributed By My Blogger Themes | Design By Herdiansyah Hamzah